Miele di ManukaSalute

Il miele di Manuka in cucina

Da sempre il miele è un alimento presente nelle ricette di quasi tutte le culture. Basti pensare all’antichità. miele di manuka in cucina

Gli Egiziani, i popoli mesopotamici, i Greci, le popolazioni nordiche, tanto per citarne alcune, lo usavano a tavola e nei riti magici e religiosi come alimento “divino” o ingrediente per bevande sacre quali l’idromele.

Perché il miele è così speciale?

A renderlo così speciale non è solo il suo inconfondibile sapore dolce, ma le sue proprietà organolettiche, che ne fanno uno degli alimenti più nutrienti in natura. Il miele, infatti, fin da tempi immemori, è stato usato in cucina anche come conservante, per i suoi sistemi antimicrobici, fra cui l’acidità che, agendo osmoticamente con l’alta concentrazione di zuccheri presenti in esso, si oppone alla crescita di vari microrganismi uccidendoli all’istante e mantenendo intatto il cibo conservato.

A conferma di questa tesi, c’è il trattato De arte culinaria, scritto nel I secolo d.C dal gastronomo romano Apicio, che ne consigliava l’uso per conservare alcuni tipi di frutta e verdura e perfino la carne nei periodi invernali, data la sua qualità antiossidante che ritarda il processo che immarcisce gli alimenti. E ancora, si usava per la marinatura di pesce e carni crude, in sostituzione del limone o dell’aceto, troppo acidi e dal profumo troppo pregnante.

Può essere usato anche come dolcificante

È poi utilizzato come dolcificante, al posto dello zucchero in bevande calde e fredde, con il valore aggiunto dell’apporto di vitamine e proteine, che permettono di ottenere un recupero e incremento di calorie, immeditatamente assimilabili dal corpo umano, che fanno del miele uno degli integratori energetici naturali più efficaci.

L’uso del Miele di Manuka in cucina

Come si vede il miele è da sempre un alimento apprezzato per le sue qualità non solo palatali ma anche curative. E se restiamo in questo ambito, è impossibile non menzionare quello di Manuka.

Essendo un miele dal sapore molto forte, deciso e con un retrogusto oleoso, terroso e talvolta erbaceo, il miele di Manuka in cucina è particolarmente adatto nell’accompagnamento di alimenti grassi o come condimento in ricette molto particolari e dal gusto ricco. Un abbinamento perfetto, per esempio, è quello con il salmone e pesci grassi simili, in ricette a base di verdure, come orzo integrale, e con carni dal sapore delicato come il pollo o il tacchino.

È l’ingrediente ideale di alcuni primi e secondi piatti, e mescolato insieme a po’ di olio d’oliva, è il condimento perfetto per un salmone scottato o tocchetti di pollo saltati con ananas e verdure fresche. Cosa dire di più?

Buon appetito…

Miele di Manuka Salute in Erba

RelatedPost